Come preparare una soluzione fisiologica

NaCl

Le righe che sto per scrivere sono indirizzate soprattutto alle mamme che si occupano della salute dei propri familiari a partire dai bimbi. Nella stagione invernale i raffreddori sono all’ordine del giorno e per cautelarsi è opportuno effettuare periodici lavaggi nasali per mantenere idratate le cavità nasali. Tuttavia le soluzioni fisiologiche al 0,9% di cloruro di sodio hanno un loro costo, non esorbitante ma nemmeno da considerarsi indifferente. Infatti se una soluzione da mezzo litro costa 2 euro, prepararla in casa costa praticamente zero se consideriamo che un chilo di sale costa 15 centesimi di euro.

Chimicamente una soluzione è costituita da due componenti: soluto e solvente. Il primo è presente in minore quantità rispetto al secondo e nel caso della fisiologica si disciolgono 0,9 grammi di NaCl (sale) in 100 mL di acqua.

Per effettuare la preparazione è necessario disporre di mezzo litro di acqua (anche di rubinetto), 4,5 grammi di sale da cucina, una pentola o recipiente dove porre l’acqua, un contenitore opportunamente sterilizzato in acqua bollente dove verrà posta la soluzione fisiologica.

  1. Porta all’ebollizione l’acqua che hai posto nella pentola e colloca sopra il coperchio. Questo ti permetterà di abbattere la carica batterica eventualmente presente nel quantitativo di acqua. Infatti la maggior parte dei microorganismi non sopravvive oltre i 100°C.
  2. Dopo aver raggiunto l’ebollizione  disciogli il quantitativo di sale accuratamente pesato in precedenza. Essendo acqua e sale due composti polari, uno caratterizzato da legame ionico, l’altro da legami covalenti polari, si dissolvono facilmente. Inoltre l’alta temperatura favorisce la solubilizzazione.
  3. Dopo raffreddamento a temperatura ambiente colloca il preparato nel recipiente sterile, in plastica o vetro.

E’ importante precisare che si possono preparare volumi diversi mantenendo le stesse proporzioni, ad esempio per 1L di acqua pesare 9 grammi di sale. Il consiglio è quello di preparare periodicamente la soluzione e utilizzarla entro il tempo limite di tre giorni. Questo perché la presenza di contaminanti ambientali potrebbe inficiare la sterilità della preparazione.

Nei trattamenti endovenosi invece è opportuno comprare la soluzione fisiologica in farmacia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *